I consigli degli Esperti

Quando e perché il tempo, gioca a nostro favore.

Di seguito potrete trovare quelle misure di prevenzione che intervengono su quello che è considerato il peggiore nemico del malvivente: il tempo.
Cercheremo quindi di spiegare come effettuare l’analisi di rischio e quali procedure seguire per tenere sempre alto il livello della protezione domestica. In particolare, cercheremo di fornire alcuni utili suggerimenti relativi ai criteri di scelta di porte blindate, serrature di sicurezza, casseforti, tapparelle ed inferriate.
Premesso che per valutare ed eseguire un’attenta analisi sulla sicurezza della propria abitazione, o meglio sulla ricerca di eventuali punti deboli e quindi facilmente attaccabili, è consigliato avvalersi della consulenza di un esperto, il punto base da cui partire è: “Provare a pensare come un ladro!”
Una persona attenta alla protezione della propria abitazione dovrà quindi cercare di mettersi nei panni di un ladro, che sta cercando di attaccarla, il quale difficilmente lo fa senza un preventivo sopralluogo, in modo da effettuare in proprio un’analisi di rischio con osservazioni che si discostino il meno possibile da quelle che effettuerebbe il malvivente. Queste informazioni potranno poi essere fornite all’installatore di fiducia, agevolandone il lavoro progettuale.
Occorre quindi:

  • analizzare l’immobile dall’esterno, valutando le possibilità che tubazioni del gas, grondaie, balconi e finestre adiacenti, possano essere utilizzate per agevolare l’introduzione nell’abitazione;
  • valutare le condizioni di illuminazione del perimetro dell’abitazione, in quanto è evidente che le zone oscure possono agevolare l’intrusione;
  • valutare con serenità ed anche con una certa “decisione”, il livello di resistenza delle difese perimetrali: tapparelle in legno e in plastica offrono scarsa resistenza ad un attacco, mentre delle robuste inferriate e delle tapparelle in metallo sono indubbiamente un efficace deterrente;
  • valutare il grado di permanenza delle persone nell’abitazione e in quelle vicine: il ladro, infatti, cercherà di portare a termine l’intrusione, quando il numero di persone che potrebbero osservarlo o percepire rumori insoliti è ridotto al minimo;
  • valutare il grado di difesa dell’abitazione in relazione a quelle vicine: è evidente che se sullo stesso pianerottolo si affacciano tre appartamenti simili, due dei quali sono dotati di porte blindate e il terzo no, quest’ultimo potrà essere un obiettivo più attraente per il malvivente;
  • valutare situazioni dinamiche, come l’allestimento di un ponteggio temporaneo, che potrebbe facilitare la scalata all’edificio.
  • La porta blindata

    Gli architetti medievali cercavano di difendere al meglio il perimetro del castello, quindi anche l’attento padrone di casa deve cercare di difendere nel miglior modo possibile la propria abitazione.
    Le statistiche dimostrano che la porta è una delle vie più frequenti di penetrazione, quindi, è bene innanzitutto concentrarsi sull’installazione di una robusta porta blindata.
    Va ricordato che la porta blindata, non va acquistata a peso, quindi è bene sfatare il mito della porta pesante. Essa va scelta basandosi sui requisiti che le certificazione Europee impongono.
    E’ importante quindi sapere che:

  • Esistono delle normative, di valenza europea, che permettono di acquistare ed installare porte blindate, la cui resistenza è certificata e garantita.
  • Le Porte con doppia serratura, una di servizio e una padronale, garantiscono un elevata sicurezza e flessibilità operativa, meglio ancora avere due serrature di sicurezza, magari con chiave padronale e chiave di servizio.
  • Oltre alle porte meccaniche, oggi esistono porte blindate elettroniche, che oltre a garantire un elevato standard di sicurezza, permettono di avere il totale controllo degli accessi, con chiavi nominali e gestione delle fasce orarie.
  • Per evitare possibili contrasti con altri condomini fai sempre attenzione, in fase di ordinazione, a precisare che l’apparenza estetica dell’anta non deve essere dissimile da quella eventualmente sostituita.
  • Un esperto Vi sconsiglierà di rinforzare le porte esistenti con serrature, catenacci e cerniere. Il risultato di questi interventi è, infatti, spesso dubbio. Ricordate che le porte costruite nel rispetto delle norme UNI NV 1627 / 1630 garantiscono un maggior grado di affidabilità

    Le serrature di sicurezza

    Va ricordato che è ben difficile che un ladro possa introdursi in un appartamento senza violare una o più serrature. Il malvivente può adottare delle tecniche brutali, spezzando o perforando la serratura, oppure può adottarne di più sofisticate, come la manipolazione con grimaldelli e chiavi false. Ecco perché è indispensabile che tutte le serrature che conducono all’abitazione, comprese la serratura del cancello, o la serratura del portone d’ingresso del palazzo, siano di ottima qualità e, soprattutto, utilizzino chiavi a duplicazione controllata.
    In genere, queste chiavi non sono facilmente duplicabili presso un qualsiasi ferramenta, ma occorre recarsi presso serraturieri specializzati e presentare un tesserino, che convalida la legittimità della richiesta di duplicazione.
    L’uso di queste particolari serrature e chiavi offre, inoltre, un ulteriore elemento di sicurezza, ove vi sia la necessità di affidare temporaneamente la chiave a terze persone, si ha garanzia che non vengano eseguite duplicazioni a vostra insaputa.

  • Usa solo chiavi brevettate a duplicazione controllata
  • Non affidare mai le tue chiavi ad estranei.
  • Cambia subito la serratura, se smarrisci una chiave.
  • Per evitare spiacevoli sorprese in caso di interventi di urgenza sulla serratura, Vi suggeriamo di rivolgerVi a Tecnici di fiducia che Vi garantiscano tariffe trasparenti e predefinite.

    Le casseforti per l’abitazione

    Dal momento che è praticamente impossibile trovare dei nascondigli per gli oggetti di valore, talmente efficaci che un ladro non riesca a trovarli, è raccomandabile l’installazione di una cassaforte. E’ consigliabile rivolgersi a negozi specializzati, che non puntano al prodotto “Primo Prezzo” e, possibilmente farsi consigliare da un esperto, che in base alle vostre esigenze vi indirizzerà sul prodotto a Voi più congeniale.
    Oggi i fabbricanti offrono casseforti a muro di varie dimensioni, casseforti che possono essere ancorate al pavimento, particolarmente capienti, e, infine, armadi blindati, particolarmente adatti per contenere capi di abbigliamento, quadri e altri oggetti preziosi di grandi dimensioni.
    Ecco qualche raccomandazione di natura generale, in fase di scelta e installazione di casseforti domestiche:

  • fate bene attenzione che la cassaforte, se del tipo a muro, venga saldamente ancorata, seguendo le indicazioni del fabbricante;
  • se possibile, fate installare la cassaforte in un punto tale che possa rendere difficoltoso per i malviventi l’attacco allo sportello. Questo accorgimento è molto più importante, rispetto all’accorgimento di installare la cassaforte in una posizione defilata;
  • comprate sempre la cassaforte più grande che può essere ospitata nell’alloggiamento previsto. L’esperienza insegna che con il passare del tempo aumentano sempre di più gli oggetti da custodire nella cassaforte;
  • se avete scelto una cassaforte dotata di serratura con chiave meccanica, custodite con estrema attenzione la chiave e non consegnarla a nessuno; la copia di riserva della chiave potrà essere consegnata ad un parente, in modo da poterla utilizzare in caso di emergenza;
  • se avete scelto una serratura con combinazione meccanica o elettronica, ricordate di cambiare la combinazione ad intervalli relativamente frequenti, per evitare che alla lunga possa venire a conoscenza di terzi non autorizzati
  • Vi segnaliamo che anche per le casseforti esistono le norme europee UNI EN 1143-1 e UNI 10868 che classificano le casseforti in relazione al grado di resistenza ai diversi modi di attacco

    Tapparelle ed inferriate

    Le tapparelle in plastica ed in legno, come pure le persiane, sono facilmente violabili da un malvivente. Per elevare il livello di sicurezza della casa sarebbe opportuno sostituire le tapparelle facilmente accessibili dall’esterno, con altre in ferro, o, meglio ancora, in profilato di alluminio, che resistono alle intemperie e all’ossidazione. Ricordate anche che tutte le tapparelle devono essere dotate di robusti ganci di fissaggio, per impedire che possano essere rapidamente sollevate dall’esterno.
    Quando non siano possibili altri interventi, si può ricorrere alle inferriate, che devono però essere realizzate da esperti fabbri, ed essere solidamente montate all’interno del vano in muratura e non applicate all’esterno dello stesso.
    Spesso esigenze estetiche portano a scegliere inferriate realizzate con sbarre piuttosto sottili e distanziate, per accrescere la quantità di luce che entra nell’appartamento, ma questa soluzione non corrisponde a canoni di sicurezza.
    Questo estratto non intende sostituirsi all’esperienza e l’intuito dei professionisti di settore, i quali saranno lieti di effettuare un sopralluogo presso i Vostri immobili al fine di valutare le Vostre esigenze e le condizioni di fatto di ciò che vi circonda, al fine di raccogliere i necessari elementi per una corretta analisi delle applicazioni da suggerire.


    Contattate il punto a Voi più vicino